19 aprile 2009

Angelo D'Arrigo, in volo sul mondo.. - "L'Uomo che insegnò a volare agli uccelli"!

Angelo D'Arrigo
..una leggenda...!



"L'Uomo che insegnò a volare agli uccelli"!


Nato a Catania e vissuto a Parigi fino al 1983,

Angelo D'Arrigo ha da sempre perseguito il sogno di volare come gli uccelli, ed insieme con loro. Ha sorvolato il mare e i deserti, è salito a oltre 9.000 mt. in volo libero, fino a superare le vette dell'Everest e dell'Aconcagua. Ha realizzato il sogno di Icaro come anelito di libertà, slancio d'amore e ricerca di un'identità umana più profonda e universale. L'esperienza del volo, fondata anche sull'osservazione degli uccelli, lo ha avvicinato a questi animali, ed in particolare ad alcune specie a rischio d'estinzione.Il sogno di Icaro, le intuizioni di Leonardo Da Vinci,la lezione di Konrad Lorenz, si sono coniugate in una sintesi di capacità atletiche, equilibrio interiore e soprattutto, profonda umiltà. In lui la simpatia per gli esseri umani e per tutte le creature, non scaturiva da mode e non era frutto di opportunismo, ma era sentimento autentico, alimentato anche dall'incontro con la gente conosciuta durante i suoi viaggi. Bambini, in particolare come quelli himalayani e peruviani, in favore dei quali avrebbe voluto operare al più presto.

fonte: fondazione Angelo D'Arrigo; Laura Mancuso.
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.