14 aprile 2009

OPG Barcellona Pozzo di Gotto: “Un povero ti dà tutto e non ti rinfaccia mai la tua vigliaccheria”.



Padre Giuseppe Insana, cappellano dell’O.P.G. di Barcellona Pozzo di Gotto e coordinatore dell’Associazione di Volontariato “Casa di solidarietà e accoglienza” racconta così la sua esperienza religiosa e sociale: "Quando giro per i reparti sono sempre in un atteggiamento di ascolto, attento non solo alle esigenze religiose, ma anche ai bisogni e ai problemi dei ricoverati che hanno sempre un passato molto sofferto. Nonostante le loro patologie, essi hanno un punto di riferimento nella mia persona, perché mi pongo sempre con grande sincerità dinanzi alle loro richieste. Tanti non hanno famiglia o non hanno una famiglia accogliente e quindi il loro futuro è abbastanza buio: è importante dare anche a loro una speranza. Tanti hanno ripetute proroghe delle loro misure di sicurezza e spesso non per un’oggettiva pericolosità, perché vanno spesso in gita all’esterno con licenze e sanno autogestirsi, ma perché non hanno una famiglia che li accolga o un’istituzione all’esterno che possa farsi carico per riceverli. Ogni domenica c’è la celebrazione dell’eucarestia, dove si viene in modo spontaneo, e dove loro diventano parte attiva. Canti, letture della Bibbia, preghiere dei fedeli, sono sempre 70-80 ad ogni funzione. Dal 1986 molti sono i volontari che si sono associati per aiutarci nelle licenze all’esterno, per farli anche incontrare con i familiari. Abbiamo casi concreti di riavvicinamento alle famiglie, per le quali è oggi disponibile anche un appartamento in città, quando vengono da lontano".
fonte: http://www.ristretti.it

"Solo una mano d'angelo
intatta di sè, del suo amore per sè,
potrebbe
offrirmi la concavità del suo palmo
perché vi riversi il mio pianto.
La mano dell'uomo vivente
è troppo impigliata nei fili dell'oggi e dell'ieri,
è troppo ricolma di vita e di plasma di vita!
Non potrà mai la mano dell'uomo mondarsi
per il tranquillo pianto del proprio fratello!
E dunque, soltanto una mano di angelo bianco
dalle lontane radici nutrite d'eterno e d'immenso
potrebbe filtrare serena le confessioni dell'uomo
senza vibrarne sul fondo in un cenno di viva ripulsa."

(ALDA MERINI, POETESSA)

DEDICO QUESTA POESIA AI 12 VOLONTARI CHE LUNEDI' 13 Aprile - 2009, HANNO TRASCORSO LA GIORNATA INSIEME ALLE 200 PERSONE CIRCA, DEGENTI NELL’OPG DI BARCELLONA POZZO DI GOTTO.

Intervista a Franco Basaglia
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.