16 maggio 2009

Barack Obama, lui si che risponde alle mie e-mail..!

Qui di seguito riporto la e-mail che mi ha inviato in data 14-mag-2009,
Barack Obama e il suo staff.
Ricordo di aver scritto sul sito della Casa Bianca, "in inglese", anzi, nello scarso inglese che mi porto dietro dalle scuole, sul fatto inaccettabile, che negli Stati Uniti, la sanità pubblica non esiste..! Sono stato spinto a scrivere a Barack Obama sulla sanità americana, dopo aver visto il toccante film "SICKO" di Michael Moore. Sono trascorsi alcuni mesi, ma il Presidente degli Stati Uniti d’America, e il suo staff, hanno risposto..! E i politicanti italiani perchè non rispondono mai?
Se pensiamo davvero di appartenere al genere umano, non possiamo più stare a guardare..!
(Daniele Andaloro)


LA CASA BIANCA, WASHINGTON D.C.
Da: President Barack Obama (http://president@messages.whitehouse.gov/)
Da: http://president@messages.whitehouse.gov/
Inviato il: 14-mag-2009 0.02 A: http://www.danieleandaloro.blogspot.com/
Oggetto: Condivisione per una riforma della sanità negli Stati Uniti d'America.

Buon pomeriggio, Lei sta ricevendo questa e-mail perché Lei scrisse su a WhiteHouse.gov.
Il mio personale ed io, progettiamo di rispondere a queste domande, come un modo di comunicare direttamente, sugli importanti problemi e le opportunità, ed oggi io ho alcuni aggiornamenti incoraggianti sulla riforma della sanità da esporLe.
Il Vicepresidente ed io ci incontrammo con i leader della Casa dei Rappresentanti e ricevemmo il loro impegno per passare un disegno di legge, sulla riforma della sanità comprensivo nel luglio 31.
Noi abbiamo anche un impegno senza precedenti da leader di industria della sanità, migliore della riforma della sanità del passato. Lunedì, io mi incontrai con alcuni di questi fiduciari della Sanità, e loro si impegnarono a fare la loro parte per ridurre i costi della Sanità, che spende percentuali di crescita, salvando più di due bilioni di dollari durante il corso dei prossimi dieci anni--circa $2,500 per ogni famiglia americana.
Martedì, i leader di alcune delle società di punta dell'America vennero poi alla Casa Bianca a mettere in mostra modi innovativi di ridurre i costi della Sanità, migliorando la salute dei loro lavoratori.
Ora la Casa Bianca ed il Senato stanno cominciando un dibattito critico che determinerà la salute dell'economia della nostra nazione e delle sue famiglie. Questo processo dovrebbe essere trasparente ed incluso, ed il suo prodotto deve abbassare i costi, e assicurare qualità e cura di salute economica per le famiglie.
Riformando la sanità, si potrebbe coinvolgere anche Lei. Pensi ad altre persone che vogliano partecipare insieme sulla riforma della sanità e sugli altri problemi nazionali e dire la loro per associarsi a noi qui.
La riforma della Sanità, non può essere immediata. Noi spendiamo più sulla Sanità di ogni altro paese, ma le famiglie continuano a lottare contro un sistema arrivato alle stelle, e quasi 46 milioni di persone sono completamente senza assicurazione.
È una priorità per il popolo americano ed un pilastro della nuova fondazione, per cui noi stiamo cercando di costruirla, per la nostra economia.
Noi continueremo a tenerLa aggiornata su questo e gli altri importanti problemi.

Grazie, Barack Obama.

P.S. Se gradisse trovare informazioni più approfondite sulla riforma della Sanità può partecipare, visitando questo sito: http://www.healthreform.gov/

http://www.whitehouse.gov/EmailUpdates

This email was sent to danieleandaloro.blogspot.com
Unsubscribe Privacy Policy
The White House • 1600 Pennsylvania Ave NW • Washington, DC 20500 202-456-1111

QUI tutte le parti del Film
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.