10 maggio 2009

Sergiu Celibidache, "Potrà questa bellezza rovesciare il mondo"..?



Celibidache inizialmente studiò matematica, filosofia e musica a Berlino. Il rapporto con gli orchestrali tedeschi fu notoriamente burrascoso, tanto che, quando furono in grado di poter nominare autonomamente il proprio direttore, il direttore rumeno ottenne il solo voto del primo violino.
Dopo aver completato gli studi fu subito in grado di lavorare per l'Orchestra Filarmonica di Berlino, poichè il precedente conduttore, Wilhelm Furtwangler, era sospettato di collaborazionismo e gli furono vietate esibizioni pubbliche.
Per tre anni Celibidache condusse i principali concerti dell'orchestra, mostrando tutta la sua eccezionale personalità.
Personaggio eccentrico e dal carattere imprevedibile, Celibidache rifiutò di effettuare registrazioni perché riteneva che la musica "pensata per essere tramandata a mezzo di scrittura" innanzi tutto fosse incompatibile con il supporto fonografico, e inoltre che per sua stessa natura prevedeva che l' esecutore e lo spettatore condividessero lo stesso spazio.
Nel 1979 divenne direttore della Munich Philarmonic Orchestra, che trasformò in una delle migliori orchestre al mondo.
Malgrado una sua grave malattia non smise di dirigere fino a pochi mesi prima della sua morte.


Sergiu Celibidache parla di Arturo Benedetti Michelangeli


Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.