18 agosto 2009

Gianni Lannes, un giornalista minacciato dalla criminalità organizzata




Il 23 luglio scorso, il giornalista Gianni Lannes, direttore di Terra Nostra (http://www.italiaterranostra.it/) ha subito un ennesimo attentato minatorio a causa del suo impegno a 360° contro la criminalità organizzata e le sue infiltrazioni all'interno delle istituzioni. Di seguito elenchiamo i possibili motivi per cui Lannes è probabilmente oggetto delle "attenzioni" di questi criminali:

1) Ecomafie (inchieste per il quotidiano La Stampa, ottobre 2008);
2) Immigrati desaparecidos (La Stampa, novembre 2008); 3) Nato: colpito e affondato (La Stampa, 4 novembre 2008);
4) Eni: crimini ambientali (inchiesta in corso);
5) Terremoto in Abruzzo (La Stampa e L’unità, aprile 2009);
6) Perforazioni idrocarburi in Adriatico (La Stampa, autunno 2008);
7) Mafie di Stato (Terra Nostra, giugno 2009);
8) Inceneritori in Puglia (Terra Nostra, giugno-luglio 2009).
9) Nato: genocidi umanitari (inchiesta in corso).
10) Echelon: il grande fratello militare (inchiesta in corso)

Il deputato Leoluca Orlando ha promosso un'interrogazione parlamentare al presidente del consiglio ed al ministro degli interni che, ad oggi, non ha avuto alcun seguito. Vi chiediamo di aderire a questa petizione per sollecitare le istituzioni a promuovere azioni atte ad assicurare protezione al direttore ed alla sua famiglia. Non è concepibile che in Italia chi fa il suo lavoro con impegno debba essere lasciato colpevolmente solo. Non abbiamo bisogno di giornalisti-escort: il panorama della stampa italiana è già costellato di questa tipologia di pennivendoli.
Associazione
Qui Matera Libera
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.