15 ottobre 2009

Petra Reski, il coraggio di una donna contro la 'ndrangheta.



‘Stranamente la mafia mi ha minacciato per la prima volta solo recentemente, alla pubblicazione del mio libro Mafia. La mafia calabrese in Germania ha perfino censurato il mio libro. I vertici della ‘ndrangheta calabrese sono riusciti, con una causa in tribunale in Germania, a fare cancellare i loro nomi dal mio libro.’
‘Sono curiosa! Sono contenta che il mio libro esca finalmente anche in Italia. Rifiuto di farmi intimidire da questa gente. D’altro canto mi resta poca scelta – questo non è un film dove io posso premere un pulsante e mettere in pausa.’
‘Moltissimi giornalisti italiani sono inoltre molto più coraggiosi di me. Rosaria Capacchione per esempio non esce più di casa senza la scorta. Poi è una fortuna che io abiti a Venezia – lì almeno non mi possono seguire in auto.’


Petra Reski
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.