12 gennaio 2010

Più Libri, meno mafie..!




di Massimiliano Raffaele

La certezza che leggere migliora la vita e che stare tra i libri incoraggia, illumina. In questo breve servizio l'autore riassume lo stupore di trovare mischiati tra loro, testi di politica e studi sulle mafie... inducendolo irrimediabilmente a riflessioni poco rassicuranti. Accadeva in una nota libreria calabrese.

Natale 2009. Tempo di regali, di pensieri. Piccoli pensieri che diventano grandi se, come me, tutti decidessero di regalare libri. Perché leggere aiuta, migliora, incoraggia, illumina. Una stupenda frase di Roberta Gorni che compare tra le righe di Bruna non vuole fare il bagno, forse non la scorderò mai più. E’ una frase semplice che recita “Chi legge non si fa lavare il cervello”.
Stare tra i libri rilassa, fa crescere, ti insegna a vivere meglio, a credere in qualcosa.
I libri sono strumenti che però bisogna saper usare.

Torno alla mia riflessione.
Natale 2009. Faccio regali e mi trovo in una delle librerie più fornite della Calabria. Cerco un libro in particolare, quello dell’amica Petra Reski, giornalista e scrittrice tedesca. Petra Reski è corrispondente per l’Italia dello Zeit.
Di recente ha pubblicato anche in Italia uno scritto dai toni forti dal titolo Santa Mafia. Un’arringa documentata contro le mafie italiane e la loro ramificazione in Europa. Non trovo subito il libro e allora, da buon cliente, chiedo aiuto ad uno dei tanti ragazzi che lavorano nella libreria.
“Scusi, avrei bisogno d’aiuto”.
“Prego, chieda pure”.
“Sto cercando un libro dal titolo Santa Mafia. L’autrice è Petra Reski”.
Il ragazzo controlla sul computer. Cerca il titolo, poi l’autore. Sorride. Ha la risposta.
“Il libro che cerca lo trova nella stanza accanto. Cerchi nello scaffale della Politica”.

Inquietante. Un libro che parla di mafie si trova nello scaffale della Politica. Ma non è l’unico. Arrivo davanti a migliaia di libri e ne trovo altri ancora che parlano di camorra, di ‘ndrangheta, di mafia. Tutti lì. Insieme a vari testi che parlano delle destre e delle sinistre. Di Mussolini e di Stalin. Definizione scolastica del termine “politica”, dal greco polis (città): arte di governare le società.
Evidentemente qualcosa non torna. A meno che non ci sia davvero in molti di noi l’indiretta consapevolezza che siano le mafie a governare la società.
Ho comprato il libro e sono tornato a casa.
Preoccupato.
dal blog: Terramara.it


Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.