18 marzo 2010

Massimo D’Alema

[Elia Valori - Massimo D'Alema]

Uno stralcio di alcuni passaggi singolari ed inquietanti, della storia di questa Repubblica, tratti dal libro “IL CASO GENCHI”, Storia di un uomo in balia dello Stato, di Edoardo Montolli. Prefazione di Marco Travaglio, (Aliberti Editore)

"Giancarlo Elia Valori, l’amante dell’aglio, della Chiesa e delle logge, l’uomo che fu espulso dalla Loggia P2 di Licio Gelli per indegnità, l’uomo considerato il signore delle autostrade, venne ritenuto da Luigi De Magistris a Salerno, come il nuovo capo della massoneria contemporanea. Quando Gioacchino Genchi, su disposizione di De Magistris, acquisì i tabulati di Elia Valori, trovò un numero comune a lui e a diversi indagati, come Nicola Adamo o Clemente Mastella, le utenze Delta o i numeri di Bruxelles in uso a Schettini. Poi ancora il generale Poletti, Obiettivo Lavoro di Saladino, Enza Bruno Bossio,(video) Giuliano Tavaroli, quello delle vicende spionistiche di Telecom, un numero belga comune a molti indagati e anche Luigi Bisignani, il piduista che negò, della maxi tangente Enimont.


Il numero comune a tutti è quello dell’Associazione Futura, l’associazione creata insieme allaFondazione Italianieuropei, create da Massimo D’Alema…tutti chiamavano lì..!

…I tabulati che Gioacchino Genchi aveva trovato su Giancarlo Elia Valori, rivelarono inoltre, altri contatti con generali della guardia di finanza vicini al generale Roberto Speciale già emersi nell’indagine di Catanzaro. E sono Michele Adinolfi, grande amico di Saladino, che dalle inchieste giudiziarie ne uscì indenne, e poi Walter Cretella Lombardo, con cui Giancarlo Elia Valori si sentiva diverse volte alla settimana."

Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.