5 maggio 2010

UN IMPRENDITORE CHE NON SI PIEGA ALLE INTIMIDAZIONI DEL RACKET

foto di Daniele Andaloro

La sera del 1° Maggio 2010, intorno alle ore 22.45, a S.Pietro, frazione di Milazzo(ME), in Via T.G.Picciolo, ancora l'ennesimo attentato incendiario, a distanza di qualche mese, (dopo un altro atto intimidatorio subito dai proprietari di un bar della zona) ai danni di un camion appartenente a una ditta locale; il mezzo è stato incendiato probabilmente con della benzina; la parte anteriore (come da foto) è completamente distrutta. Successivamente sono accorsi i vigili del fuoco e le forze dell’ordine per gli adempimenti di rito.

(TESTIMONIANZA DI UN IMPRENDITORE CHE NON SI PIEGA ALLE INTIMIDAZIONI DEL RACKET)
"Viviamo in un mondo strano, specialmente in Sicilia. Alle volte penso che alcune persone riescono a provare pietà per i carnefici ma non per le vittime, in una sorta di masochista sudditanza. Di sicuro non mi faccio intimidire da quello che dicono i vigliacchi, mi sentirei responsabile solo se fossi colluso con la mafia. Ma la sera, quando arrivo a casa dopo una giornata di lavoro, posso guardare i miei figli negli occhi. Sto facendo solo il mio dovere di cittadino onesto".
(Ignazio Cutrò - Imprenditore)

Ignazio Cutrò. Il 10 ottobre 1999 alcuni criminali hanno dato fuoco a macchinari edili della sua ditta, è stato il segnale mandato dalla mafia per richiamare l’imprenditore ad assolvere il debito nei confronti di Cosa Nostra e pagare il racket.
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.