17 luglio 2010

Caso Attilio Manca: A breve la decisione del Gip

PARTE3


PARTE4


PARTE 5

di AMDuemila - 16 luglio 2010

Viterbo. Si è riservato di decidere il gip di Viterbo Gaetano Mautone, chiamato oggi ad esprimersi sull'archiviazione o meno del fascicolo relativo alla morte di Attilio Manca. Il giovane urologo, originario di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina) trovato morto nella sua abitazione il 12 febbraio del 2004.
Secondo il pm Renzo Petroselli, che ha chiesto l'archiviazione del caso dopo l'ennesimo supplemento d'indagine disposto dal gip, il giovane medico sarebbe morto per un'overdose di eroina mista ad un principio attivo contenuto in un potente sedativo. Una tesi alla quale si è sempre opposta con forza la famiglia della vittima, che da anni si batte per avere la verità sulla morte del congiunto, avanzando il sospetto che Attilio Manca sia stato ucciso dalla mafia di Bernardo Provenzano. Dopo essere stato costretto ad assistere il boss durante l'intervento alla prostata cui fu sottoposto nel 2004 a Marsiglia.
L'ipotesi della famiglia Manca, suffragata da una serie di indizi, nasce infatti dalla convinzione che l'urologo fosse stato l'unico testimone italiano del viaggio di Provenzano in Francia. E per questo, nel corso dell'udienza di oggi l'avvocato Fabio Repici, legale dei Manca, ha chiesto ulteriori e più approfondite indagini. In particolare, ha detto, andrebbero rilevate le impronte digitali sulle siringhe ritrovate vicino al corpo di Attilio ed effettuati una serie di controlli sui tabulati telefonici. Con lui i difensori di parte civile che si sono opposti all'archiviazione.
La decisione del Gip potrebbe arrivare a giorni.
fonte: antimafiaduemila
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.