3 luglio 2010

Nicola Gratteri''Senza le intercettazioni sarà impossibile fermare i boss'''



Il procuratore antimafia a Reggio Calabria Nicola Gratteri e lo scrittore Antonio Nicaso parlano della legge-bavaglio. "Il termine delle 75 ore è un palliativo - dicono gli autori del libro inchiesta La malapianta - per sconfiggere le mafie servono intercettazioni lunghe due anni". "E non è vero che se ne fa un abuso. Le intercettazioni sono il mezzo più economico e garantista che esista. Vi spiegamo perché".

Il primo è procuratore aggiunto della Repubblica a Reggio Calabria, fra i più impegnati nella lotta alla 'ndrangheta. Il secondo è un giornalista e scrittore. Insieme hanno scritto tre libri sulle cosche calabresi, fra cui "La malapianta" e "Fratelli di sangue".
fonte: theab74v
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.