13 agosto 2010

Dopo la mancata estradizione torna a parlare, spavaldo, Vito Roberto Palazzolo


di Aaron Pettinari – 12 agosto 2010

Roma. Lo scorso giugno l'alta Corte del Sudafrica ha bloccato la sua estradizione e dopo due mesi Vito Roberto Palazzolo, conosciuti anche con il nome di Robert von Palace Kolbatschenko, torna a far sentire la propria voce tramite un'intervista rilasciata al quotidiano La Stampa.

Su di lui pende una condanna a nove anni, per associazione mafiosa, confermata nel marzo 2009 dalla Corte di Cassazione. Il sostituto procuratore di Palermo, Gaetano Paci, che con il collega Gaetano Gozzo ha a lungo indagato sul finanziere, lo descrive così: “Vito Roberto Palazzolo è uno dei più grandi riciclatori di Cosa nostra la sentenza della Cassazione che conferma le decisioni dei giudici siciliani dice che da almeno 20 anni Palazzolo è inserito nelle dinamiche associative mafiose, con funzioni rilevanti di cerniera tra il mondo imprenditoriale internazionale e l’associazione criminale, con lo scopo precipuo di consentire a Cosa nostra la gestione e il reimpiego dei capitali assunti illecitamente”.

Nonostante l'inquietante quadro accusatorio il governo sudafricano non ha mai permesso l'estradizione e, quando finalmente si era decisa ad accogliere la richiesta dei giudici di Palermo, è intervenuta l'alta Corte. Sulle vicende giudiziarie che lo riguardano Palazzolo oggi nega di conoscere Riina e Provenzano e sostiene di essere un perseguitato. Tuttavia non nega di aver conosciuto i latitanti Giovanni Bonomo e Giuseppe Gelardi e, rispondendo alle domande, interviene anche aul tema delle stragi. «È impossibile che i mafiosi abbiano fatto tutto da soli – sostiene - Come potevano sapere gli spostamenti di un magistrato che viaggiava con voli privati di Stato? E poi che interesse avevano a colpire Falcone, quando ormai si era trasferito a Roma?». Quindi aggiunge sull'ipotesi di una trattativa tra Stato e mafia: «solo i capi del Ros lo sanno».

Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.