14 gennaio 2011

Martiri

El Hadi, 13 gennaio 2011, ragazzo ucciso dagli spari della polizia
Sidi Bouzid, 12 gennaio 2011, il professor Hatem Ben Taher, dell'università
di Gabes, ucciso dalla polizia
Sidi Bouzid, 12 gennaio 2011, ragazzo di 14 anni ucciso dagli spari della polizia

"Sono felice di essere tunisino, sono felice di essere il figlio di qualcuno che ha già fatto la guerra per la libertà e per la democrazia e per la legalità. E sarò felice anche se dovessi morire perché adesso il popolo ha scoperto la verità in questa storia".

Stamattina ho ricevuto questo sms da un amico di Tunisi, dove ormai si spara nelle vie principali della capitale. I morti sono almeno 35, c'è chi dice siano più di cinquanta. Noi abbiamo cercato in rete. E abbiamo trovato questi 8 video. Girati coi telefonini. Sono video forti. Sono i video dei martiri. Ragazzi che anziché bruciare la frontiera hanno deciso di restare e di lottare e hanno pagato con la vita. Uccisi dagli spari della polizia a cui Ben Ali da una settimana ha ordinato di sparare a vista, con il nullaosta delle cancellerie europee che continuano a menarla con la teoria del male minore. Meglio un dittatore che il terrorismo. Ma questi video sono chiari: se in Tunisia c'è terrore, è terrore di Stato. Intanto per sabato 15 gennaio si annunciano manifestazioni di solidarietà in tutta la Francia, e in Italia a Milano, Roma e Palermo.

Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.