15 febbraio 2011

IKEA a Catania, Lo Bello: “È una buona notizia”


Ivan Lo Bello, presidente di Confindustria Sicilia, guarda con ottimismo la nuova apertura di Ikea a Catania. L’impianto della multinazionale svedese sarà il primo nell’isola, con un ‘significativo impatto occupazionale sul territorio’.

“La Sicilia deve porre molta attenzione al tema dell’attrazione di investimenti, soprattutto in un momento in cui è fortissima la competizione tra territori per attrarre capitali da investire in iniziative imprenditoriali. Ecco perche’ la prossima apertura del centro Ikea a Catania è una buona notizia”. Queste sono le parole di Ivan Lo Bello, presidente di Confindustria Sicilia, che sembra quasi benedire la prossima apertuta della multinazionale svedese in Sicilia.

Il gruppo Ikea, ha oltre 127.800 collaboratori nel mondo ed è presente in 39 nazioni, realizzando l’82% del suo fatturato in Europa. Il presidente Lo Bello ha espresso notevole ottimismo nel progetto dell’Ikea a Catania spiegando che: “Si è sempre mossa a livello nazionale ed internazionale con una grande attenzione al territorio. Sul piano nazionale sono tantissime le aziende che hanno stabili rapporti di fornitura con il gruppo e crediamo che questi rapporti possano estendersi anche alle aziende siciliane”.

Il nuovo impianto di Catania sarà il primo in Sicilia, sorgerà nei pressi della località Buttaceto, ed avrà una superficie di 31.000 mq, al suo interno ci sarà un ristorante con 450 posti, una bottega di specialità alimentari scandinave e un parcheggio gratuito per 1.700 auto.

Sono previste circa 350 assunzioni, 250 collaboratori diretti e 100 lavoratori dell’indotto.

Una boccata d’ossigeno per la Sicilia dove sono in costante aumento i disoccupati e i precari, e dove le azienda trovano difficoltà a creare lavoro, per questo Lo Bello mostra soddisfazione e aggiunge che è “significativo l’impatto occupazionale sul territorio, soprattutto riguardo alla componente femminile, alla bassa età media ed a una quota rilevante di giovani laureati. Abbiamo particolarmente apprezzato la trasparenza della selezione del personale operata e l’attenzione al merito. Ci sembra un modello estremamente positivo – conclude -, soprattutto sul piano del messaggio culturale che viene proposto ai tanti giovani che sono oggi alla ricerca di un posto di lavoro”.

Saul Caia

http://www.sudpress.it/

Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.