12 giugno 2011

L'equivoco



Pisanu: “Serve legge che punisca chi candida persone indegne”

“Una legge che punisca severamente chi candida persone indegne, punisca la persona, privandola della carica eventualmente conquistata e del diritto a conquistarne altre, ma punisca anche il partito che l’ha ospitata nelle proprie liste”. Questa la proposta che il senatore Giuseppe Pisanu, Presidente dell’Antimafia, lancia a Radiosette, nel giorno in cui il ministero della Giustizia presenta la relazione sui beni confiscati alla criminalità organizzata (Leggi l’articolo).

Pisanu chiede per i partiti complici, seppur involontari, di malaffare “sanzioni adeguate che potrebbero riguardare per esempio il finanziamento pubblico”. “La prima forma di penetrazione delle mafie nella politica, spiega Pisanu, avviene a livello comunale e regionale, dove ci sono interessi – dalla gestione dei rifiuti agli appalti alla sanità ai fondi europei – però sono le mafie che scelgono le alleanze politiche per i loro affari e fanno le scelte operative. Chi nella politica collabora con i mafiosi, lo fa in posizione subordinata, e forse sarebbe più corretto parlare, più che di mafia-politica, di una triangolazione mafia-affari-politica”.
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.