25 giugno 2011

A quando un dossier shock anche a Milazzo(ME)? VIDEO!




Pubblico alcuni stralci dell'articolo che trovate QUI

"in questa zona, ma non solo in essa, ci troviamo, rispetto al problema ambientale, ma non solo rispetto ad esso, in una condizione di evidente sospensione della democrazia."

"E quando i sindaci, a ragione, dicono che non possono esercitare i propri poteri completamente perché non hanno dati certi, a nessuno viene in mente che la mancanza di possibilità di avere dati certi, sia una precisa volontà politica?"

"Ma di cosa parlano i nostri consiglieri comunali quando si vestono di un ambientalismo peloso, facendo emergere in ogni parola dei loro interventi la loro appartenenza politica e cercando di dimostrare che la colpa è di chi governa oggi o di chi ha governato ieri".

"Perché la responsabilità di quanto accade, sia chiaro, la responsabilità delle malattie e delle morti è della politica"

"rivolgiamo ai nostri politici locali, consiglieri comunali e amministrazione, una proposta.
Certamente saprete che l’Italia è l’unico paese europeo dove il reato ambientale non è inserito nel codice penale; infatti la sanzione che si può comminare ad una azienda che inquina è solo di natura pecunaria.
Ebbene parta da Milazzo, se ne ha il coraggio e la volontà, l’iniziativa di consorziarsi con tutti gli altri comuni d’Italia sedi di siti inquinanti (Priolo, Gela, Brindisi, Porto Torres, Ravenna, Porto Marghera, ecc), per la costituzione di un comitato per una proposta di legge di iniziativa popolare, che inserisca il reato ambientale nel codice penale.
Sono sufficienti 50 mila firme. Allora si vedrà quali politici lavorano per il bene comune e quanti rispondono ai loro capi bastone di partito. Se non farete qualcosa di concreto l’occupazione del consiglio, l’interrogazione, il documento ecc, non possono essere definite altro che azioni di puro folclore. Oscar Wilde diceva: “Non esistono donne fatali, ma solo uomini imbecilli”. E che le “donne fatali” siano le aziende non c’è alcun dubbio.

fonte: http: www.la-citta.com
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.