3 novembre 2011

Giovanni Salvi procuratore di Catania


di Antonio Condorelli 2 novembre 2011

Dopo otto mesi di vacatio, Catania ha un nuovo procuratore capo, Giovanni Salvi, 59 anni, da 20 sostituto procuratore a Roma dove ha condotto le indagini sulla strage di Ustica, sugli omicidi Pecorelli, Calvi e D’Antona, ma anche inchieste sui Nar e sulle Br.
Un lungo pomeriggio dopo numerosi rinvii e due votazioni che al ballottaggio hanno visto prevalere Salvi sul concorrente catanese Giuseppe Gennaro. Nella prima votazione Salvi aveva ottenuto 10 voti, Gennaro 7 e Tinebra 8; nella seconda Salvi ha guadagnato 3 voti toccando quota 13, Gennaro 11 e Tinebra 2. Salvi ha ricevuto il sostegno dei consiglieri di Magistratura Democratica, del Movimento per la Giustizia e di due consiglieri laici di area Pd: il presidente della Cassazione, Ernesto Lupo e il procuratore generale della Cassazione, Vitaliano Esposito. Numerose le inchieste che Salvi troverà “in caldo”. Da quella dei fratelli Lombardo, all’appalto affidato al marito di Anna Finocchiaro, all’inchiesta su editori e imprenditori catanesi. L’attenzione è adesso puntata sulla riorganizzazione della Procura di Catania sollecitata qualche settimana addietro da numerosi sostituti con un documento inviato alla Procura Nazionale Antimafia.
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.