2 novembre 2011

Il pentito Lo Verso, ex autista di Provenzano, nomina Andreotti e Dell'Utri




Nel corso del processo a carico del generale dei carabinieri Mario Mori, ex comandante del Ros, e il colonnello Mauro Obinu per favoreggiamento aggravato nei confronti di Bernardo Provenzano, il neo pentito Stefano Lo Verso ha raccontato molte confidenze ricevute da Provenzano durante la latitanza e ha fatto vari nomi di esponenti politici molto influenti.
Lo Verso è stato reggente della famiglia mafiosa di Ficarazzi, in provincia di Palermo e a stretto contatto con Bernardo Provenzano, ospitando il boss in una sua villa e facendogli da autista per gli spostamenti.
La prima dichiarazione forte è sulla verità delle stragi: "siamo rimasti in pochi a sapere la verità" - gli avrebbe detto Provenzano - "siamo rimasti io, il mio paesano Totuccio e Andreotti".
Il pentito racconta anche delle coperture politiche che il super boss gli ha confessato: "dopo le stragi, i miei uomini si sono messi in contatto con Marcello Dell'Utri il quale aveva preso il posto dell'onorevole Lima. Nel 1994 sono stato io a far votare Forza Italia in Sicilia".
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.