4 novembre 2011

Mafia: moglie di Dell'Utri, ''Imprenditrice Palli millanta''

Vito Roberto Palazzolo (foto)

3 novembre 2011

Palermo. «Se la signora Palli si è venduta le sue amicizie con me e con Veronica Lario, millantando un possibile nostro interessamento per i suoi affari, io non ne so nulla. Anzi questa vicenda mi dà molto fastidio. Non so assolutamente nulla di quello che facesse e di quello che sta facendo».

Lo ha detto Miranda Anna Ratti, moglie del senatore Marcello Dell'Utri, deponendo al processo che vede imputata per favoreggiamento aggravato a Cosa nostra l'imprenditrice milanese Daniela Palli. Nel corso di alcune telefonate intercettate, sarebbe emerso che la Palli aveva aiutato il latitante Vito Roberto Palazzolo a stabilire un contatto con Dell'Utri, condannato in appello a sette anni per concorso esterno in associazione mafiosa.

Daniela Palli aveva chiesto nel 2003 alla signora Dell'Utri un incontro tra il senatore e la sorella del mafioso, Maria Rosaria Palazzolo. Circostanza che è stata confermata da Miranda Ratti. «Conosco Daniela Palli da quando si è sposata con Diego Martinotti, che è un amico di mio marito - ha detto -. Mi disse che una sua amica voleva parlare con mio marito per avere un consiglio, ma non mi disse chi era e tanto meno della parentela con un mafioso, nè di cosa si trattava». Miranda Ratti ha raccontato di aver visto la Palli a una festa in un locale milanese a cui partecipava anche Veronica Lario, ma di non aver «mai discusso con lei di investimenti nell'africa subsariana». Secondo il Pm Gaetano Paci, alcune intercettazioni dimostrerebbero l'opposto: «Il 2 dicembre 2003 Daniela Palli la chiamò - ha puntualizzato Paci - e le disse: poi ti racconto a voce questo progetto sull'Africa che sta andando veramente bene. Ne ho parlato anche col ministro Michelini (in realtà sottosegretario)». «A voce poi non mi disse nulla, non c'è stato nessun seguito - ha ribattuto la Ratti - Non ero interessata, quindi non le chiesi nulla».
Secondo le indagini, Palazzolo durante la latitanza avrebbe pure organizzato un incontro, nel 2004, fra una delegazione di imprenditori italiani ed esponenti del governo dell'Angola. Parlando poi della richiesta di incontro tra Maria Rosaria Palazzolo e Dell'Utri, il Pm ha citato un'intercettazione in cui la Palli, parlando con la sorella del latitante, dice: «Chiamami mercoledì perchè quel giorno vedo Miranda, siamo a colazione anche con Veronica». «Ripeto, se la signora Palli si è 'vendutà le sue amicizie questo non mi interessa - ha risposto la Ratti -. Quando mi ha chiesto dell'incontro non ci vedevo nulla di male, mio marito incontra tantissima gente ogni giorno». Il processo è stato rinviato al 23 gennaio per la requisitoria.

fonte: ANSA
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.