30 novembre 2011

NON VOGLIO CONOSCERE NESSUNO


[fonte foto]

dal forum di Roberto Alajmo - diario di uno scrittore 30/11/2011

C’è qualcosa di meschino nella maniera in cui i giornali locali si deprimono per l’assenza o la penuria di ministri e sottosegretari di provenienza regionale, e viceversa esultano quando qualche “paesano” riesce a entrare nella stanza dei bottoni.
In certi casi il campanilismo vale come pregiudizio assoluto. “Non ci sono siciliani” - o anche: “ci sono meno siciliani” - sta a significare: questo governo non ci rappresenta, di sicuro andrà contro gli interessi della nostra regione.
Al contrario, in passato, i titoli gongolanti erano del genere “Ben cinque i ministri dell’Isola”: e s’è poi visto il risultato.
Ragionamento piccino, che rispecchia una mentalità clientelare molto diffusa, che i giornali veramente dovrebbero contrastare.
È la versione nemmeno troppo raffinata del tic mentale che specialmente al sud scatta in ogni circostanza, dal ricovero alla pratica automobilistica. Chi conosco all’ospedale? Chi conosco alla motorizzazione? Volendo pensare in grande: chi conosco al Governo?
Personalmente, mi dissocio da questa forma mentis.
Anzi: dichiaro che meno siciliani ci sono al governo, più mi sento garantito come cittadino italiano.

Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.