19 gennaio 2012

“Ciantaci ‘n pugnu a chistu” (#forzad'urto - #forconi - #fermosicilia)


[fonte video]

18 GENNAIO 2012 da http://www.ilclandestino.info/ Protesta in Sicilia, Modica sotto minaccia

A poco più di 48 ore dall’inizio della protesta (#forzad'urto) emergono i primi dettagli che, così come nell’intera Sicilia, stanno riguardando la città di Modica.

Sono stati decine, quasi centinaia, gli autotrasportatori e gli agricoltori che hanno occupato sin dalla mezzanotte di Domenica l’asse del Polo Commerciale in vari punti.

Ma non sono mancate, anche se non è possibile fare di tutta l’erba un fascio, segnalazioni su comportamenti poco legali degli appartenenti ai presidi.

Molti negozianti di tutte le zone di Modica sono stati letteralmente minacciati, pena danni al punto vendita, di abbassare le saracinesche per un’adesione tutt’altro che volontaria alla protesta.

Danni che a Modica non si sono verificati ma che a Gela hanno portato alla distruzione di una vetrina. Minacce anche nei confronti delle aziende presenti al mercato ortofrutticolo e ai proprietari di alcune importanti industrie di lavorazione di materie prime.

Non è andata meglio ai conducenti di mezzi pesanti: costretti, con le buone o con le cattive, ad accostare. “Fermi volontari”, prospettati dall’organizzazione, che di volontario sembrano avere ben poco. Decine di persone costrette ad interrompere in immediato la propria attività lavorativa.

Escamotage usati, invece, dai dipendenti Sda che hanno girato per Modica senza divisa e coprendo i marchi presenti sui mezzi di lavoro.

Automobilisti doppiamente beffati. Non solo le code, ma anche l’arroganza di alcuni degli aderenti ai presidi della protesta.

Addirittura mamme, con bambini a bordo, bloccate con modi assolutamente poco educati. Espressioni del tipo “Ciantaci ‘n pugnu a chistu”, ed imprecazioni poco piacevoli nei confronti della gente in coda.

C’è chi è sceso in strada convinto della sensatezza dell’agitazione. Chi, invece, ha scelto di trasferire le idee della protesta lungo una spirale di arroganza e violenza.

fonte: ilclandestino.it






“Giustificato l’allarme criminalità”

“Troviamo giustificato l’allarme lanciato da Confindustria, al quale dovrà darsi grande attenzione”. Lo ha detto il procuratore capo di Palermo Francesco Messineo, a margine della manifestazione ‘Con gli occhi di Paolo’, dedicata al giudice Borsellino. Il riferimento è al rischio di infiltrazioni mafiose nella cosiddetta protesta dei ‘Forconi’, con il blocco attuato dai camionisti in tutta la Sicilia. L’allarme è stato lanciato nei giorni scorsi da Confindustria e da altre associazioni. “Se Confindustria ha questa cognizione del problema – ha aggiunto Messineo – la situazione è della massima serietà”.
[fonte link]



Ecco chi sono i leader della protesta dei forconi – Nomi, foto, storie
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.