19 gennaio 2012

E il movimento dei Forconi apre alla Lega: “Onore alla Padania” – Foto

[CLICCA LA FOTO PER INGRANDIRE]


18 gen 2012

La “serrata dei padroni” giunge al terzo giorno. Milioni di siciliani ostaggio di poche centinaia di autotrasportatori e agricoltori che presidiano alcune arterie dell’isola. “Rivolta di popolo” si dice ma di popolo ai blocchi se ne vede molto poco come testimoniano le poche foto e video che girano su Internet. Al presidio di San Gregorio (Catania), così come a quello di Bolognetta soltanto qualche decina di Tir che bastano, però, a bloccare la regolare circolazione delle merci e delle persone. Ad essere danneggiati dalla protesta sono esclusivamente i siciliani e l’intera economia dell’isola già profondamente segnata dalla crisi.
E mentre il presidente di Confindustria Sicilia, Ivan Lo Bello, paventa la presenza di infiltrazioni della criminalità organizzata (“credo che all`interno di alcune frange dell’iniziativa ci siano realtà criminali organizzate che mirano a far saltare tutto”)
la Padania
esulta e dedica una fotonotizia in copertina al cosiddetto movimento dei #Forconi: I leader del movimento sembrano gradire gli ammiccamenti del quotidiano leghista e sulla loro pagina Facebook pubblicano orgogliosamente due link con grande disappunto degli iscritti alla fanpage. Il primo link rilancia l’articolo pubblicato sul sito web della “Padania” e il secondo dal titolo molto esplicito: “Onore alla Padania” E così, dopo quello di Forza Nuova e del partito di Scilipoti, il movimento dei Forconi incassa anche il sostegno del partito di Bossi e Borghezio.
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.