2 gennaio 2012

La Valle del Mela, un territorio da salvare


[clicca per ingrandire]

Postato da Sonia Alfano, il 2 gennaio 2012

La Valle del Mela è una zona del messinese che comprende nove comuni in cui è attiva una sequenza impressionante di impianti industriali, uno su tutti la raffineria Mediterranea di Milazzo (tristemente nota, tra le altre cose, per lo spaventoso incidente del 1993 che causò la morte di 7 lavoratori). La pressione di tali impianti sulle diverse matrici ambientali è la causa principale della tragica situazione sanitaria che riguarda i cittadini che vivono su questi territori. Non si tratta di supposizioni: l’Organizzazione Mondiale della Sanità, il Dipartimento Epidemiologico della Regione e diversi centri universitari hanno certificato per tali zone livelli di mortalità (specie tumorale) e di morbosità straordinari, preoccupanti e in crescita. La stessa Regione Sicilia, dietro pressione del Ministero dell’Ambiente, nel 2002 dichiarava il comprensorio del Mela quale “area a elevato rischio di crisi ambientale.
Il successivo decreto regionale del 5 settembre 2006 predisponeva un piano di risanamento della qualità dell’aria nell’ambito del piano di risanamento dell’area. La stessa Commissione Europea acclarava l’inaccettabile situazione di tale territorio aprendo diverse procedure di infrazione, tra cui la 2006/4808 e la 2007/2182, che richiamavano la necessità di un piano di azione e di un costante monitoraggio dei livelli di inquinamento esistenti.
Ad oggi, purtroppo, il piano di risanamento per il comprensorio del Mela rimane inattuato e il sistema di monitoraggio in questa zona ad elevato rischio ambientale è inesistente, come dimostrato dalla ultima relazione dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente (ARPA Sicilia) secondo la quale le centraline esistenti in quella zona del messinese sono inattive già da inizio 2010 e, ad ogni modo, risultano obsolete e inadeguate a monitorare una situazione ambientale complessa e critica come quella della Valle del Mela.
Pertanto come primo atto del 2012 abbiamo presentato un’interrogazione alla Commissione Europea per chiedere di attivarsi immediatamente rispetto al disastro sanitario e ambientale del comprensorio del Mela per garantire la tutela dei cittadini.
Colgo l’occasione per manifestare il mio pieno sostegno a Peppe Maimone, giovane presidente dell’Associazione per la Difesa dell’Ambiente e della Salute dei Cittadini di Milazzo, con cui abbiamo collaborato per la stesura dell’interrogazione. Peppe, in virtù della sua attività in difesa dei cittadini, ha subito delle vili minacce lo scorso dicembre. Evidentemente i diritti e la tutela dei cittadini configgono con gli interessi di chi ha a cuore solamente i profitti ottenuti sulla pelle delle persone. Per fortuna in questa Italia, in questa Sicilia ci sono giovani che resistono.


fonte: http://www.soniaalfano.it
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.