9 marzo 2012

Subranni, famiglia di Stato




di Stefania Limiti 9 marzo 2012


Lo scorso agosto esplose un’infuocata polemica sulla portavoce del ministro della Giustizia, Angelino Alfano. Danila Subranni,(foto) questo il suo nome, ormai ben noto, oggetto d’interrogazioni parlamentari a Strasturgo (Sonia Alfano) e Roma (Peppe Lumia), è figlia del generale Antonio Subranni, ex comandante del Ros, anch’esso nome ormai ben conosciuto a chi segue le cronache del processo Mori-Obinu sulla trattativa fra Stato e Cosa Nostra.


Il colonnello Michele Riccio, il principale accusatore dei due alti ufficiali oggi imputati di favoreggiamento aggravato dall'agevolazione di Cosa nostra, ha parlato chiaramente delle sue difficoltà nelle indagini per la cattura di Provenzano, aggiungendo che queste difficoltà avevano anche un nome: Mario Mori e Antonio Subranni.
Sarebbero stati loro a creare difficoltà dopo che lo stesso Riccio aveva fornito le informazioni confidenziali ricevute dal boss di Caltanissetta Luigi Ilardo.
Antonio Subranni al Processo sulla Trattativa Stato - mafia
La materia è dunque assai bollente e per questo alcuni parlamentari hanno ritenuto inopportuno che Danila Subranni, la voce del ministro Guardiasigilli, cioè del primo interlocutore politico della magistratura, continui a ricoprire il suo ruolo. Beppe Lumia, scrive senza mezzi termini nella sua interrogazione che ''il generale Subranni nel 1978 era comandante del Reparto operativo del gruppo Carabinieri di Palermo e in tal veste guidò le

indagini sull'omicidio di Giuseppe Impastato, essendo quindi il primo responsabile dei depistaggi commessi dall'Arma per affermare la falsa teoria secondo cui Impastato si era ucciso nel compimento di un attentato''.
(Lo stesso è stato sostenuto, con più fortuna, per l’editore Feltrinelli). Il Pm di Palermo ha proposto per il generale Subranni l’archiviazione della gravissima ipotesi di favoreggiamento della latitanza di Bernardo Provenzano. Tuttavia ci chiediamo ancora a proposito della famiglia Subranni: è opportuno che, a parte Danila, il figlio del generale Subranni, Ennio, sia un membro del Roc, il Reclutamento operativo centrale dei nostri servizi segreti?
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.