10 aprile 2012

Comunicato MILAZZO ROSSA sulla protesta Argante


In riferimento all'eclatante sciopero della fame portato avanti dall'ex operaio dell'indotto RAM, Antonino Argante, contro l'inquinamento delle industrie, MILAZZO ROSSA manifesta il suo più totale dissenso.
Da ormai due anni a questa parte si è creato un movimento mediatico comprendente politicanti locali che improvvisamente hanno indossato, dopo anni di silenzio, l'armatura di paladini dell'ambiente.
Figure politicamente trasformiste come quelle dei consiglieri comunali Marano e Abramo, a nostro avviso, non rappresentano degnamente le istanze dei cittadini milazzesi.

NE ABBIAMO ABBASTANZA DI QUESTI SCIACALLI DEL DOLORE!

La questione ambientale non si porta avanti con gli “io” ma con il “noi”. Dove sono stati questi signori in tutti questi anni? A che cosa ambiscono veramente? In una battaglia per la salute non si può essere esclusivisti; bisogna intavolare un dialogo serio per una riconversione industriale del nostro territorio. I danni subiti a causa delle industrie sono sotto gli occhi di tutti e nessuna amministrazione comunale negli anni può dirsi esente da colpe.

Coloro i quali oggi “combattono” questa crociata, domani possibilmente si serviranno del voto dei cittadini per i loro interessi di bottega.


Infine esprimiamo il nostro più profondo rammarico nei confronti di quelle forze politiche milazzesi (Rifondazione Comunista e Italia dei valori), che in maniera ingenua, marcando ancora una volta la loro
colpevole mancanza programmatica sul territorio, hanno espresso solidarietà nei confronti di Argante, attore di una carnevalata mediatica messa in atto per un tornaconto personale.
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.