5 giugno 2012

Barcellona Pozzo di Gotto, il telecomando e la strage di Capaci



“C’erano poi gli strani traffici che gravitavano attorno a Porto Rosa, Furnari (ME). Nei giorni feriali, dentro alle suite degli hotel di lusso del complesso, alcune signore delle famiglie “bene” della zona elargivano favori sessuali a pagamento.

Secondo i calcoli di mio padre, tuttavia, quel giro di squillo di alto bordo non era la sola attività illecita ad avere al sua base proprio lì. Aveva ragione di pensare che quegli ormeggi non servissero solo per gli yacht, ma anche per contrabbando, traffici di droga, forse armi. Per essere una provincia “babba”, la nostra era “probabilmente fin troppo evoluta”, diceva.
Tanto evoluta che, nel maggio del 1992, senza che nessuno notasse alcun movimento sospetto, proprio a Barcellona Giuseppe Gullotti, “compare” di quel Saro Cattafi che avevo visto casualmente un giorno dall’auto, confezionò un telecomando e lo nascose dentro un camion che trasportava una cavalla.

L’automezzo partì alla volta di San Giuseppe Jato, dove a ricevere il pacco c’era un certo Giovanni Brusca, che lo prese e andò ad appostarsi al lato dell’autostrada che da Punta Raisi conduce a Palermo, proprio vicino allo svincolo per Capaci. Si sedette dietro a un cespuglio e si mise a scrutare la strada, fumando una sigaretta dopo l’altra. A un certo punto, avvistò un convoglio di auto. Mancavano pochi minuti alle 18 del 23 maggio 1992. In quell’istante, Giovanni Brusca premette il pulsante.” [Sonia Alfano]

dal libro LA ZONA D’OMBRA scritto da Sonia Alfano - Rizzoli 2011
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.