15 marzo 2013

Strage Via D'Amelio. Il Presidente Giorgio Napolitano citato come testimone



di Giuseppe Lo Bianco - 15 marzo 2013 

Se i giudici ammetteranno la sua testimonianza, il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, sarà chiamato a deporre nel processo per la strage di via D’Amelio che inizia il prossimo 22 marzo a Caltanissetta. A citarlo è stato Fabio Repici, difensore di parte civile di Salvatore Borsellino, nella lista testi depositata ieri. Napolitano viene indicato per riferire “sulle eventuali confidenze riferitegli dall’avv. Nicola Mancino nel corso delle conversazioni telefoniche intercettate dalla Procura di Palermo’’, “su quanto da lui appreso in ordine alla trattativa intavolata dai vertici del R.o.s. con i vertici di Cosa Nostra’’, “sul contrasto che il decreto legge n. 306 dell’8 giugno 1992 incontrò per la sua conversione in legge’’ , “sui contenuti della lettera da lui pubblicamente rivolta il 29 gennaio 2013 alla figlia dell’on. Oscar Luigi Scalfaro; sulle ragioni della sostituzione dell’on. Vincenzo Scotti con l’on. Nicola Mancino nel ruolo di ministro dell’Interno nel giugno 1992 e sull’eventuale ruolo svolto al riguardo da Scalfaro’’. 

Il Fatto Quotidiano, 15 marzo 2013
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.