15 marzo 2014

Soldi non dovuti a enti di formazione, condannato anche l'ex assessore Santi Formica (dovrà restituire 379 mila euro)

Santi Formica
14 marzo 2014 

La vicenda è quella delle "integrazioni finanziarie" concesse agli enti di formazione, negli anni in cui la Monterosso era a capo del dipartimento regionale. Condannati, insieme a Raffaele Lombardo (220 mila euro) e Monterosso, anche gli ex assessori Santi Formica (dovrà restituire 379 mila euro) [fonte]

Enti di Formazione in provincia di Messina

Il 26 ottobre 2012 Giuseppe Busacca, presidente della cooperativa Genesi si aggiudicò l’appalto della Provincia regionale. In quella occasione, alcuni consiglieri sollevarono perplessità e chiesero anche una relazione sui licenziamenti di alcuni operatori.
Il presidente della cooperativa Genesi, Giuseppe Busacca
Il presidente della cooperativa Genesi, Giuseppe Busacca parlò di strumentalizzazione politica quella fatta sull'appalto per il trasporto disabili degli studenti, e si difese dichiarando che “se qualche licenziamento è stato effettuato, è stato per mancanze dei dipendenti che sul posto di lavoro non si sono dimostrati all'altezza del compito affidato”. 

Si chiese inoltre di verificare se il servizio fosse già stato avviato, se nel redigere la pianta organica della ditta aggiudicataria dellʼappalto fosse stato rispettato lʼarticolo 3 lettera C del capitolato dʼappalto che prevede la garanzia della continuità del rapporto tra operatori e assistiti e se fosse stato osservato quanto previsto dal Contratto nazionale di lavoro delle Cooperative Sociali rispetto al cambio di gestione. La questione fu legata alla mancata riassunzione di una decina di operatori che avevano già prestato la loro opera negli anni precedenti, personale che secondo un consigliere, avrebbe «maturato non solo grande esperienza, ma anche un eccellente feeling con le famiglie e con i ragazzi assistiti, per i quali la figura dellʼoperatore diviene punto di riferimento imprescindibile per qualsiasi attività». 

Giuseppe Busacca
La querelle si disse, fu anche politica. Non è un segreto che Giuseppe Busacca sia vicino allʼonorevole Santi Formica, ex assessore, e vice presidente uscente dellʼArs, mentre il figlio Alessandro è consigliere comunale a Milazzo, eletto proprio nella lista “365 giorni al lavoro” allestita dal medico di San Pier Niceto. Casualità vuole che alcuni degli operatori non reintegrati fossero parenti (diretti o acquisiti) di politici che hanno voltato le spalle al Pdl da Milazzo a San Pier Niceto. I licenziamenti, infatti, sarebbero stati fatti esclusivamente per la scadenza del rapporto con la Provincia e in attesa della nuova gara. Non per motivi disciplinari, come sottolinea lʼimprenditore sociale.
Busacca, presidente della cooperativa Genesi onlus, però, risponde che «non è tenuto ad osservare alcuna continuità lavorativa perchè i suoi dipendenti sono assunti per la durata dell'appalto stesso». E aggiunge riguardo alla scelta di assunzioni a tempo che «è vero che si è proceduto ad alcune integrazioni nella pianta organica con contratti a tre mesi con scadenza a dicembre, ma solo perché è necessario valutare se gli assunti sono all'altezza delle mansioni loro affidate». La questione è delicata perchè il mancato rispetto del capitolato dʼappalto potrebbe far saltare lʼaffidamento espletato a metà agosto allʼunica cooperativa che ha presentato unʼofferta valida. [fonte]

Il figlio di Giuseppe Busacca, Alessandro, è anche socio insieme al figlio di Santo Napoli, Antonio Napoli nella gestione della Sala ricevimenti di Capo Milazzo, Il Paradiso.

articoli correlati. L'on. Forzese punta il dito contro l' on. Formica:"Sentenza di condanna per extrabudget, si dimetta"

"Nella sentenza della Corte dei Conti sugli extrabudget nella formazione professionale c'è una condanna per il deputato regionale in carica Santi Formica. Davanti a pronunciamenti come questo, le dimissioni dall'incarico parlamentare sarebbero quasi dovute". Lo dice Marco Forzese, presidente regionale dei Democratici riformisti per la Sicilia e deputato all'Ars. "La politica - aggiunge - è stata la prima responsabile dell'affossamento finanziario della Sicilia e Formica, già assessore regionale, con due pesanti condanne della Corte dei Conti sulla formazione e la sanità, quest'ultima già esecutiva, dovrebbe dimettersi da Sala d'Ercole". [fonte]
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.