7 aprile 2014

COMUNICATO STAMPA: richiesta di accesso agli atti al comune di Monforte S.Giorgio

Monforte San Giorgio (ME)
02/04/2014 Oggi, 2 aprile 2014, l’Associazione Antimafie “Rita Atria” ha provveduto ad inviare al comune di Monforte San Giorgio una richiesta di accesso agli atti su: Piano regolatore, situazione lavori del Cimitero, gestione rifiuti.

Il direttivo nazionale dell’associazione, nella persona del Presidente Santo Laganà e della fondatrice Nadia Furnari domenica scorsa avevano incontrato il sindaco dopo che a quest’ultimo era stata recapitata una busta anonima con due proiettili calibro 9. Un caso grave sul quale la comunità civile, sociale e politica di Monforte San Giorgio dovrebbe interrogarsi e prendere posizioni.

Dal colloquio con il sindaco non sono emersi particolari elementi scatenanti e così, in maniera del tutto autonoma, abbiamo deciso di effettuare una richiesta di accesso agli atti per leggere tra le “carte” possibili motivazioni e quindi dare un eventuale contributo agli organi inquirenti (così come è avvenuto in passato su casi simili). L’Associazione Antimafie “Rita Atria” si farà altresì promotrice di un evento pubblico con altri sindaci ed esponenti nazionali dell’antimafia per mettere un riflettore su una vicenda che non può essere in alcun modo sottovalutata.

Ass.Antimafie “Rita Atria”

Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.