27 agosto 2014

Che altro si può raccontare, su Catania? Ancora, noiosamente, la faccenda di Mario Ciancio Sanfilippo che ospita gli Ercolano...

Giovanni Tinebra e Mario Ciancio Sanfilippo


Riccardo Orioles - giugno 2014 - i siciliani giovani

In Sicilia, a Catania – che noi ci ostinia­mo a considerare, con apparente arbitra­rietà, centro del mondo – ha vinto diretta­mente un giornalista crumiro, della corte di Ciancio; di Ciancio e di Cuffaro, il cui braccio destro – il famoso Leanza – è stato lo stratega della vittoria.

Di mafia, a que­ste elezioni, non se n’è parlato; il che non manca, al solito, di stupire i turisti prove­nienti dai paesi civili. (“Ma come, in una regione con un pre­sidente in galera per mafia e uno inquisi­to?”. “Che debbo dirle, herr Goethe. Pensi che qua gli assessori di questi presidenti continuano tranquilla­mente ad assessora­re, e magari a procla­marsi antimafia”).

La noiosa faccenda di Ciancio
Che altro si può raccontare, su Catania? Ancora, noiosamente, la faccenda di Ciancio che ospita gli Ercolano, discute con loro di come far cronaca, pubblica le loro lettere (e loro, nell’indifferenza gene­rale, progettano di far fuori Claudio Fava)?

O dello stesso Ciancio inquisito per mafia ma riverito e ossequiato da tutti i politici isolani, dai vociferanti Crocetta e Bianco al distrattissimo Ingroia? La Città e l’Ateneo (quest’ultimo illustrato da lumi­nari come Tino Vittorio, a suo tempo so­stenitore dell’”omicidio non mafioso” di Fava) hanno finito di accogliere, in pom­pa magna, l’”ambasciatore” nazista di Bandera, della 14. Waffen-Grena­dier-Division der SS. Meglio passare direttamente alla lonta­na Italia, dove l’imprenditoria mila­nese solidarizza fieramente (sul Corriere”) col mafioso Dell’Utri, fon­datore del partito che ha governato l’Italia per vent’anni e anzi – sostengono i pignoli – lo co-gover­na ancora, col suo pilatesco ma decisivo appoggio al governo, anzi al Partito (come ora si definisce) della Nazione. 

Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.