9 gennaio 2015

VIDEO: Il pentito Zarcone dice che i boss delle stragi 92/93, i Graviano, sono ancora i capi del quartiere dove fu ucciso padre Pino Pugisi.



Il pentito Zarcone
Brancaccio, tra silenzi e imbarazzi - “Graviano chi? Non li conosciamo…” Il pentito Zarcone dice che i boss delle stragi sono ancora i capi del quartiere dove fu ucciso padre Pino Pugisi. E negli ultimi due mesi il Centro Padre nostro è stato bersaglio di un’escalation di intimidazioni. 

di Barbara Giangravè 9 gennaio 2015 

I boss Filippo e Giuseppe Graviano
Una popolazione di 17.439 abitanti per una superficie di 1.261 ettari. Cinque scuole, quattro centri di assistenza fiscale, cinque associazioni che operano nel territorio e tre chiese. È questa la fotografia di Brancaccio oggi. Questa e molto di più: perché, nel quartiere che fu di don Pino Puglisi, più di 21 anni dopo il suo omicidio, andando in giro per le strade a fare domande, tutti rispondono di non essere del posto. E nessuno vuole pronunciare quel nome, anzi quel cognome: Graviano. Secondo le ultime dichiarazioni del collaboratore di giustizia Antonino Zarcone, infatti, “a Brancaccio comandano ancora loro”. E loro sono proprio i fratelli Graviano, Filippo 
Puglisi-Borsellino
e Giuseppe, i boss delle stragi del ’92 e ’93, condannati come mandanti dell’omicidio di don Pino Puglisi. Sono passati 21 anni dal loro arresto, ma di loro la gente del quartiere non vuole ancora parlare. Eppure negli ultimi due mesi il Centro Padre Nostro, oggi presieduto da Maurizio Artale, è stato bersaglio di una escalation di intimidazioni mafiose. Ecco il suo racconto del quartiere oggi e le testimonianze del parroco della chiesa di San Gaetano, Maurizio Francoforte, delle volontarie che lavorano con lui, e del presidente della seconda circoscrizione, Antonio Tomaselli. [fonte]
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.