14 marzo 2015

Comunicato Stampa: MUOS, denunciata la Polizia di Stato che scorta l'illegalità


14/03/2015 

Oggi, 14 marzo, l'Associazione Antimafie "Rita Atria" ha presentato, attraverso il suo legale, Goffredo D'Antona, l'ennesima denuncia contro le illegalità commesse dalle istituzioni per la costruzione e "protezione" del MUOS(riferimento alla sentenza del TAR che ha dato ragione ai NO MUOS e che ha reso immediatamente esecutiva la chiusura del cantiere). 

Abbiamo ritenuto GIUSTO e doveroso denunciare quelle istituzioni che nonostante abbiano giurato sulla Costituzione stanno umiliando e offendendo quel giuramento. 

Abbiamo denunciato quella polizia di stato che anzi di identificare chi continua ad operare nel cantiere del MUOS li scorta. 

A Niscemi l'illegalità viene scortata dalla polizia di stato. 
Ecco perché abbiamo ritenuto doveroso denunciare quella parte di Istituzioni che ha tradito il popolo italiano e il suo giuramento. Alla luce di questi atteggiamenti arroganti e ILLEGALI, attivisti NO MUOS (giovani, donne, mamme,...), ogni giorno sono davanti al cancello 1 della base NRTF della Us Navy (e non NATO) per ricordare allo Stato Italiano che non siamo sudditi e che siamo Cittadini. Cittadini Liberi e che difendere la Sovranità del popolo è un atto dovuto. Un atto di R-Esistenza. Noi dell'Associazione Antimafie "Rita Atria", con questa denuncia vogliamo ribadire che stiamo dalla parte dei partigiani del nuovo millennio. Ribadiamo inoltre l'importanza che il 4 aprile a Niscemi ci sia il Popolo Libero... e/o quello che vuole liberarsi... perché come diceva Pippo Fava: che senso ha vivere se non si ha il coraggio di lottare. [fonte]

Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.