4 agosto 2015

Barcellona Pozzo di Gotto (ME) : Scoperto l’arsenale della mafia

Scoperto l’arsenale della mafia barcellonese
04/08/2015

Barcellona Pozzo di Gotto (ME)

Primi positivi riscontri alle dichiarazioni del nuovo collaboratore di Giustizia 

Franco Munafò. Nascoste in contrada Panteini le armi erano usate 

dall’agguerritissima “ala militare” della criminalità locale

Scoperto ai margini del torrente Idria, in contrada Panteini, l’arsenale militare 
della famiglia mafiosa dei “Barcellonesi”. A contribuire al rinvenimento di armi e munizioni, seppellite in profondità in un terreno protetto da vegetazione e casupole, è stato il nuovo collaboratore di Giustizia Franco Munafò, 30 anni, inteso “Merenda”, che gli inquirenti della Procura distrettuale di Messina - a seguito delle preziose rivelazioni fatte in precedenza dai fratelli Carmelo e Francesco D’Amico - indicano già come un esperto sicario che sarebbe stato utilizzato dalla mafia barcellonese nei più recenti ed efferati delitti eseguiti dalla cosca che fa capo al quartiere di Pozzo di Gotto che, da sempre, ha rappresentato il braccio armato della criminalità organizzata che impera sul territorio di Barcellona. Non è un caso, infatti, che il giovane Franco Munafò, dopo gli arresti, prima del boss Carmelo D’Amico e successivamente del fratello Francesco che aveva preso il comando del braccio armato dalla mala locale, aveva ricevuto il compito di custodire l’arsenale della mafia. 

L’arsenale ritrovato era abilmente occultato ai margini di quell’agglomerato urbano, costituito da casupole e vecchi magazzini abbandonati, che si sviluppa lungo l’asse di via Cerere, una stradina contornata da un dedalo di vicoli inaccessibili agli estranei. 
Gazzetta del Sud
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.