6 agosto 2015

MAFIA. Barcellona Pozzo di Gotto: Da sicario ad addetto alla sicurezza di una nota discoteca di Milazzo (ME)

clicca per ingrandire

Le accuse mosse al pentito Franco Munafò nella Gotha V. Aveva imposto il servizio di un locale già sotto estorsione

Leonardo Orlando 5 agosto 2015

Da sicario ad addetto alla sicurezza di una discoteca di Milazzo. Il nuovo collaboratore di giustizia Franco Munafò, 30 anni, inteso Merenda, che da provetto killer della mafia aveva conquistato la fiducia dei vertici dell'organizzazione malavitosa, tanto da diventare il custode dell'arsenale segreto dell'ala militare di cosa nostra "Barcellonese",  aveva imposto il servizio di sicurezza ai gestori di una discoteca di Milazzo che, tra l'altro, era sottoposta ad estorsione da parte dei figli del boss di Barcellona che pretendevano di entrare gratis. 

Infatti lo stesso Franco Munafo, assieme a Peppe Ofria, figlio Salvatore figlio del piu noto Ofria, Marco Chiofalo e Antonino Genovese, nell'ambito dell'operazione antimafia Gotha, sono indagati per estorsione aggravata dalle modalità mafiose. 

Il gruppo, che era guidato da Franco Munafo che "copriva" i figli dei boss, costringeva il responsabile della discoteca di Milazzo, a consentire loro, nonché a numerosi altri soggetti, il sistematico ingresso gratuito in quel locale in occasione delle serate di apertura, nonché di avvalersi di consumazioni gratuite al bar ricorrendo a svariate condotte minacciose, esplicite ed implicite. 

Il gruppo, in particolare Peppe Ofria che aveva letteralmente tirato le orecchie ad un buttafuori di Messina, erano riusciti ad ottenere "pass" gratuiti ed a ridurre all'impotenza il servizio d'ordine del locale. 

A fronte dell'atteggiamento conciliante mostrato dai titolari del locale, che evidentemente avevano paura, gli indagati progressivamente imponevano la loro presenza anche nel settore della gestione della sicurezza.

Oltre Franco Munafò, Nino Genovese, Giovanni Fiore e Mariano Recupero, sono di fatto entrati nella gestione della sicurezza del locale escludendo gli altri che provenivano da Messina.

Le ultime accuse

Da sicario ad addetto alla sicurezza di una discoteca di Milazzo. Il collaboratore Franco Munafò aveva imposto il servizio di sicurezza ai gestori di una discoteca di Mialzzo. Locale tra l'altro già sottoposto ad estorsione da parte dei figli dei boss di Barcellona Pozzo di Gotto che pretendevano di entrare gratis e di consumare tutto a volontà senza mai pagare.

Gazzetta del Sud



Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.