25 agosto 2015

Milazzo Raccolta e smaltimento dei rifiuti, il Sindaco chiude con la "Dusty"



25 agosto 2015 

Servizio affidato a dicembre a Caruter di Brolo (ME) e Multiecoplast di Torrenova (ME) 

Milazzo 
Giovedi l'approvazione della nuova Tari, martedì prossimo il cambio di gestione del servizio di raccolta e rifiuti, dalla Dusty alla Caruter di Brolo e Multiecoplast di Torrenova.

Sono giorni decisivi per l'amministrazione comunale che si trova a dover affrontare una settimana tutt'altro che semplice, sia per l'inevitabile aumento delle bollette che arriveranno al domicilio dei cittadini, sia per la decisione del sindaco di chiudere, dopo oltre cinque anni tra gestione Ato e poi gestione diretta, il rapporto con la Dusty di Catania, con la quale sono sorti dei cortocircuiti all'indomani dell'insediamento del sindaco Formica. 

Il primo cittadino che ha concesso una prima proroga a giugno  - che scadrà appunto giorno 31 - ha deciso di cambiare pagina perché  - come ha sottolineato  "consapevole della necessità di garantire un servizio migliore ai cittadini che si ritroveranno un aumento dei costi in bolletta. Questo dovrà essere il primo passo per tentare poi di ridurre i costi generali e quindi quelli sostenuti dai milazzesi" 

Sulla nuova Tari  - aumento che supera il 60 per cento  - la maggiornaza consiliare, cosi come avvenuto a Barcellona, è ad un bivio e dovrà sicuramente approvare la proposta di delibera presentata dal sindaco. Difficilmente potrà esserci ancora una politica del rinvio. 

Per quel che concerne invece il servizio di raccolta e smaltimento il rischio è che nel passaggio tra vecchio e nuovo gestore possano registrarsi degli inconvenienti che in realtà sarebbero antipatici, anche perché quelli saranno i giorni della festa del patrono. Per tale ragione Formica  - che ha anche rinunciato al viaggio di nozze -  ha riferito che intende seguire la questione e già ieri ha invitato i cittadini alla collaborazione nel periodo del cambio di gestore, cercando per quanto possibile di limitare il conferimento in quei giorni. 

«Confido nel senso di responsabilità anche delle due ditte -  ha detto ancora il sindaco -  anche perché 31 la Dusty completerà il servizio ed essendo proprietaria dei cassonetti dovrà rimuoverli e contestualmente la Caruter e la Multiecoplast dovranno collocare i loro contenitori. 
E' evidente che in questa fase qualche problema potrebbe esserci anche se cercheremo di ridurlo al minimo». 

Caruter e Multiecoplast sono state scelte tramite manifestazione d'interesse. Garantiranno il posizionamento di 800 cassonetti, la loro pulizia e manutenzione, lo spazzamento delle strade e la raccolta e il conferimento in discarica dei rifiuti con l'ausilio dell'attuale personale in carico alla Dusty che così come prevede la normativa passerà alla ditta subentrante. 

Il costo complessivo del servizio sara di 2 milioni 470 mila euro (Iva inclusa). L'accordo per il momento è sino a fine anno in quanto il Comune dovrà bandire la gara europea per la gestione del comparto ambientale sulla base di quanto contenuto nel Piano Aro che però ancora non è stato approvato dalla Regione. 

E tra l'altro sull'Aro si è espressa negativamente l'associazione "Zero Waste" che in una lunga nota di osservazioni inviate alla nuova Amministrazione rileva che lo stesso "è poco convincente rispetto alla necessità di tradurre in obiettivi  la direttiva europea 2008/98/CE (gerarchia nella gestione dei rifiuti). 

Gazzetta del Sud
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.