4 febbraio 2017

Inchiesta Ubi Banca, spuntano intercettazioni tra Napolitano e Bazoli

4 febbraio 2017

A riportare la notizia è la rivista Panorama


C'è una conversazione intercettata dalla Guardia di Finanza tra l'ex Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, ed il presidente del consiglio di sorveglianza di Intesa San Paolo, Giovanni Bazoli, nell'ambito dell’inchiesta su Ubi Banca coordinata dalla Procura di Bergamo. A scriverlo è la rivista Panorama in un articolo pubblicato nel numero in edicola da ieri. Secondo quanto riportato la telefonata risalirebbe al 19 marzo 2015 (ovvero a due mesi di distanza dalle dimissioni di Napolitano da Presidente della Repubblica). 

Bazoli al tempo era indagato dalla procura di bergamo per associazione a delinquere finalizzata alla commissione di vari reati e impegnato in prima persona nella battaglia per il controllo di Rcs e Corriere della Sera, che si concluderà con la vittoria di Urbano Cairo, editore e patron de La 7.

Panorama riporta la trascrizione dei colloqui riassunto dalla Guardia di Finanza dove si legge: "Napolitano dice che come gli aveva anticipato, aveva fissato un incontro con il presidente (Mattarella) per alcuni argomenti urgenti per cui ha colto l’occasione per rappresentargli la situazione".
 
Secondo quanto riferito da Panorama quella telefonata sarebbe partita da un'utenza in uso al Quirinale e nelle conversazioni emergerebbe un ruolo attivo dell'ex Presidente della Repubblica in vicende importanti come ad esempio il controllo del Corriere della Sera. 

"Napolitano - avrebbero scritto gli inquirenti - specifica di aver fatto riferimento (con Mattarella, ndr) anche al dialogo di questi anni tra loro (e cioé tra Napolitano e Bazoli, ndr) e prima ancora con Ciampi. Napolitano dice che questi (Mattarella) ha apprezzato, ed ha detto che considera naturale avviare uno stesso tipo di rapporto 'schietto', informativo e di 'consiglio'. Napolitano suggerisce di formulare, attraverso la segreteria, una richiesta di incontro che sicuramente accetterà. 

Bazoli dice che lo cercherà per i canali ufficiali nei prossimi giorni. Napolitano dice speriamo bene, anche perché ha sentito fare un nome “folle”, ovvero di quel signore che si occupa o meglio è il factotum de La 7".

Nel servizio, inoltre, si parla anche di altre conversazioni in cui il banchiere, nel periodo compreso tra il 2014 ed il 2015, avrebbe fatto riferimento con altri interlocutori all'allora Capo dello Stato, oggi Senatore a vita. [link]
Posta un commento

Avvertenze sul blog











SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog

RICARICA postepay: 4023 6006 4546 1221


Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza
Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.