24 giugno 2011

“PENTIMENTO”



“PENTIMENTO”

di Guglielmo Panebianco

Intervista a Giuseppe Pulvirenti alias ” u malpassotu”
Boss sanguinaro della mafia catanese, detentore di un esercito di militari mafiosi, si mise a disposizione di Benedetto Santapaola.
Partecipò alla faida che si aprì in cosa nostra catanese negli anni novanta, una faida da 100 morti all’anno.

Fu arrestato nel 1993 ,“operazione mito”, nascosto sottoterra nella campagne di Belpasso, dopo 11 anni di latitanza e pochi mesi dopo la cattura di Nitto Santapaola. Viveva, con il suo guardaspalle, in un vano sotterraneo di sedici metri quadrati nascosto da una botola.
Nel rifugio, due lettini, la pistola, una radio sintonizzata sulle frequenze delle forze dell’ordine e una manciata di denaro. Quando entrarono nel covo i carabinieri gli gridarono “E’ lei Pulvirenti?” e lui “Perche’ non mi conosce?”. Al momento dell’ arresto il boss portava al dito un anello con dodici diamanti e al centro un rubino. I pentiti lo definiscono “l’ anello dei dodici capi” che porterebbero tutti i capi mandamento di Cosa Nostra. Il boss ostentava anche un Rolex d’ oro ed una pesante collana con una testa di leone.

Alcuni mesi dopo l’arresto decise di collaborare con la giustizia facendo scattare diverse operazioni antimafia.

Ma la vita del mafioso Pulvirenti non era fatta solo di estorsioni, omicidi e traffico di droga. Nel portfolio del boss c’erano anche i voti della provincia di Catania, controllava interi pacchetti di preferenze, era a capo di un vero e proprio traffico elettorale scoperto 4 giorni dopo le elezioni regionali siciliane del 1991.
Posta un commento

Avvertenze sul blog

SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog
Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.




...