7 luglio 2014

San Filippo del Mela (ME). Diventa definitiva la condanna per abuso d'ufficio nei confronti dell'ex sindaco Giuseppe Cocuzza.

L'ex Sindaco di San Filippo del Mela(ME) Giuseppe Cocuzza
6 luglio 2014 - San Filippo del Mela. Diventa definitiva la condanna per abuso d'ufficio nei confronti dell'ex sindaco Giuseppe Cocuzza. 

I giudici della VI Sezione della Corte di Cassazione hanno infatti confermato la condanna inflitta nel processo di primo grado, il 22 ottobre del 2008, al medico ospedaliero Giuseppe Cocuzza (all’epoca sindaco ed esponente di Forza Italia transitato al Pd), a 8 mesi di reclusione perché riconosciuto colpevole di abuso d'ufficio per aver determinato, con una condotta iniziata nel 2000 e perseverata fino al 2003, la rimozione dall’incarico di dirigente comunale dell’area tecnica, del geometra Angelo Messina che nei diversi gradi di giudizio si è costituito parte civile con l'avv. Tommaso Calderone. 

In appello il sindaco aveva persino rinunciato alla prescrizione già maturata e conseguentemente ha subito la conferma da parte della Cassazione della sentenza di primo grado che prevede l’interdizione dai pubblici uffici per tutta la durata della pena e quindi l'incandidabilità nelle diverse elezioni. Nel 2008 i giudici, nel concedere la sospensione condizionale, avevano condannato l’imputato al pagamento delle spese processuali ed a quelle legali, liquidate in 3.500 euro, somme in favore del geometra Angelo Messina, parte civile con l’avv. Tommaso Calderone, che in Cassazione ha comportato una ulteriore condanna alle spese legali. 

L’imputato invece nell'ultimo grado di giudizio è stato difeso dall’avvocato Nico D'Ascola. La sentenza di primo grado, confermata in Appello e adesso in Cassazione, stabilisce inoltre che l'ex sindaco dovrà risarcire i danni subiti dall’ex dirigente dell’ufficio tecnico in sede civile. 

Il pubblico ministero Francesco Massara, nel corso del processo di primo grado, aveva chiesto la condanna a sei mesi di reclusione, ricostruendo la trama intessuta da intrighi e accordi pre-elettorali tra l’attuale sindaco, all’epoca presidente del Consiglio comunale e il suo predecessore, il defunto sindaco Francesco Calderone. Secondo la ricostruzione fatta in aula nel corso del processo di primo grado, Giuseppe Cocuzza col suo gruppo politico al quale tra l’altro secondo la stessa testimonianza della parte civile non sarebbe stato estraneo l’ex imprenditore Angelo Torre, ex esperto del sindaco, avrebbe preteso e ottenuto l’estromissione dall’ufficio tecnico comunale del dirigente Angelo Messina. Il pm Massara che aveva svolto le indagini dimenticate per anni, sottolineò l’esistenza del danno ingiusto e la mortificazione professionale del funzionario comunale destinato in forza dell’accordo elettorale voluto e determinato da Cocuzza ad altro e sconfortante servizio.

Leonardo Orlando Gazzetta del Sud giugno 2014


Posta un commento

Avvertenze sul blog

SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog
Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.