23 febbraio 2018

L’inchiesta sul Comune di Barcellona: il sindaco Materia interrogato dal Gip respinge gli addebiti


di Leonardo Orlando 23 febbraio 2018– Interrogatorio fiume da parte del Gip Fabio Gugliotta – iniziato in tribunale alle 17 e conclusosi poco dopo le 20,30 – per il sindaco Roberto Materia, attualmente sospeso dalla carica per effetto della legge Severino a seguito delll’applicazione della misura cautelare del divieto di dimora a Barcellona per il reato di abuso d’ufficio. Materia, che ha risposto a tutte le domande producendo tre documenti a discolpa che non sarebbero stati presenti negli atti dell’inchiesta, e’ giunto in tribunale prima delle 15 accompagnato dai difensori che sono diventati due, gli avvocati Tommaso Calderone e Marcello Scurria. L’interrogatorio e’ poi iniziato qualche ora piu’ tardi perche’ lo stesso giudice era impegnato nell’audizione del vicecomandante dei vigili urbani, attualmente sospeso, Salvatore di Pietro. Il sindaco ha risposto alle domande del procuratore Emanuele Crescenti e del sostituto Matteo de Micheli, discolpandosi dall’accusa contestata. Dall’interrogatorio che verteva anche sulle peculiari modalità’ di gestione della pubblica amministrazione all’interno del municipio e sulle prassi burocratiche che vengono censurate negli atti d’inchiesta, non sarebbero emersi fatti nuovi 

Gazzetta del Sud
Posta un commento