16 marzo 2018

Rivelazioni dell'imprenditore Biagio Grasso coinvolto nell'indagine sulla cellula mafiosa. Preziosi orologi per corrompere i funzionari di banca che si occupavano del riciclaggio. LE TANGENTI ERANO ROLEX



16 MARZO 2018 

C'è la pista dei Rolex in regalo per i "servigi" resi dai banchieri che riciclavano il denaro sporco per conto della cosca, scovati dai carabinieri del Ros dopo nuove perquisizioni effettuate tra martediì e mercoledì in abitazioni private, istituti di credito e studi professionali 

E ci sono i nuovi verbali. Tanti. Riempiti dal nuovo collaboratore di giustizia operazione antimafia "Beta", che è l'imprenditore Biagio Grasso nei mesi scorsi, in gran segreto e in una località segreta. Facendo nomi e cognomi di un silema di potere parallelo a Messina, allargatosi a macchia d'olio in questi anni all'ombra della cellula di Cosa nostra peloritana di derivazione etnea. 


La "Beta" incentrata infatti sulla cellula di Cosa nostra catanese attiva a Messina, legata alla famiglia" Santapaola Ercolano. E se per un verso nella giornata di giovedì si è registrato l'atto di chiusura delle indagini preliminari per i primi cinquanta indagati dell'inchiesta, con i nomi eccellenti dell'avvocato Andrea Lo Castro, dell'imprenditore Carlo Borella e dell'ingegnere e funzionario comunale Raffaele Cucinotta, adesso si apre per la Procura di Messina una nuova puntata molto piu complessa da gestire: le nuove complicità dei colletti bianchi raccontate da Grasso, i favori e gli appalti combinati, il riciclaggio dei capitali che venivano puliti" con la comdiplicità di alcuni funzionari di banca corrotti con i Rolex. E quando i carabinieri del Ros hanno chiesto di spiegare la provenienza di quegli orologi, a quanto pare nessuno dei proprietari ha saputo "tracciare" il percorso che li ha portati a possederli. E'inchiesta potrebbe allargarsi. 

GAZZETTA DEL SUD
Posta un commento

Avvertenze sul blog

SOSTIENI QUESTO BLOG - Adotta l'Informazione Libera Contribuisci alla libertà di essere informato bastano pochi euro e l'impegno di tutti. Anche 1 euro, grazie a tutti.

Sostieni questo blog, adotta l'informazione libera.


Scopo: Malgradotuttoblog
Questo blog, sostiene la libera e gratuita diffusione delle idee; è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. Tu sei libero di modificare ed usare a tuo piacimento tutti i contenuti presenti sul blog all' unica condizione di citarne la fonte.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7/3/2001.