6 luglio 2018

IL BILANCIO DEL 38° ANNIVERSARIO DELLA STRAGE DI USTICA



di LAURA PICCHI 28 giugno 2018 

E' finito l'anniversario di Ustica. L'ennesimo con chi dai grandi media di regime ripete questo o quel depistaggio, con in mezzo Mattarella che produce messaggi retorici che piu' retorici non possono essere. 

Abbiamo saputo che la magistratura di Roma la fanno andare in Usa almeno chiedesse un interrogatorio di un certo Michael Ledeen.

Ne sa piu' anche se non dice dei due teste di Purgatori messi insieme. 

Poi il nuovo che v'avanza sui social tace su Ustica 
Conte, salvini e ape maio. Il presidente della camera è per il missile straniero, casellati non ha ritenuto nemmeno di dire due parole su Ustica, aveva da fare come il ministro della difesa trenta dal padrone americano. 

IL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE DIFESA FA GENERICI POST SU FB DOVE DICE VUOLE ABBATTERE LE OMERTA'. CON QUALI STRUMENTI, PERCORSI POLITICI E CON CHI NON LO DICE, COME NON DICE SE SI VUOLE OCCUPARE SOLO DEGLI 81 MORTI O ANCHE DELLE VITTIME CONNESSE A USTICA VIVE E MORTE AMMAZZATE. 

IO RINGRAZIO QUEI POCHI MEDIA CHE SI SONO RICORDATI ESISTE CIANCARELLA E LA TESI DELLA RESPONSABILITA' ITALIANA. 

ALMENO QUESTO ANNIVERSARIO ABBIAMO PRESO UN'ORA D'ARIA DALL'ERGASTOLO DELLA MANCATA VERITA' GRAZIE AI SUDDETTI POCHI MEDIA LIBERI. GRAZIE DI CUORE.

Posta un commento